Spoleto – Festival dei due Mondi 2005

A cura di Amalia Vitiello
Scritto il 24 gennaio 2014 | Argomenti: Arte | 0 Recensioni

Il Festival dei due Mondi, noto anche come Spoleto Festival 2005, si svolge ogni anno nel cuore dell’Umbria. Ancora una volta Spoleto si trasforma in un unico grande palcoscenico con concerti, spettacoli, incontri e mostre. Il 1º luglio prende il via il quarantottesimo Festival dei Due Mondi intitolato programma "Scoperte e sorprese", fino al 17 luglio 2005.
Dopo che nel 1958 Gian Carlo Menotti ne inaugura la prima edizione, lo Spoleto Festival diviene anno dopo anno centro di grande interesse per gli spettacoli di danza, prosa e lirica. Infatti, il fatto che il Maestro Menotti scelga personalmente gli artisti tanto fra i più affermati professionisti del settore quanto fra i più promettenti giovani talenti, ha reso nel tempo il Festival dei due Mondi una fucina inesauribile di grandi professionisti del mondo dello spettacolo.
Lo Spoleto Festival 2005, con la direzione artistica di Francis Menotti, è oggi un’attrazione di risonanza mondiale, che dona un’immagine ed una fama internazionale alla città umbra; bisogna quindi a maggior ragione ricordare il periodo in cui il compositore italoamericano, già dal 1956, è alla ricerca di una cittadina italiana che avesse la possibilità e le caratteristiche per ospitare la kermesse musicale che vuole realizzare.
# L’artista sceglie Spoleto, si dice in alternativa a Todi, convinto dagli spazi scenografici a disposizione: il seicentesco teatro Caio Melisso (allora adibito a cinema e la cui perfetta acustica fu recuperata a spese del compositore), il capiente teatro nuovo ottocentesco, il teatro romano all’aperto e gli spazi di gran suggestione, come la piazza del Duomo, dove da sempre vengono allestiti i concerti di chiusura del Festival dei due Mondi.   
Dopo la rappresentazione nel 1958 del Macbeth di Verdi, diretto da Thomas Schippers per la regia di Luchino Visconti, Spoleto viene applaudita come la nuova Salisburgo italiana, e negli anni successivi vede la partecipazione al Festival dei due Mondi di personaggi del calibro di, solo per citarne alcuni, Wally Toscanini, Franco Zeffirelli, Patroni Griffi, Mario Soldati, Dino Buzzati, Indro Montanelli, Pablo Neruda, Pier

Paolo Pasolini, Salvatore Quasimodo, Ezra Pound, Eugenj Evtuschenko, Luca Ronconi, Al Pacino e Mariangela Melato.
Tra gli appuntamenti più attesi, il tradizionale concerto inaugurale che si svolge nella splendida cornice di piazza del Duomo, immagine simbolo della città, affidato quest’anno al giovane direttore d’orchestra finlandese Mikko Franck: questi alla testa dell’Orchestre National de Belgique e con la partecipazione del pianista Jean-Yves Thibaudet presenta un programma brillante unendo ai classici di Tchaikovsky (il Primo Concerto per pianoforte e la Patetica) l’esecuzione dell’Ouverture Leonora III di Beethoven.
Un esordio musicale che si collega idealmente al concerto finale dove, sempre a Tchaikovsky si salda l’interpretazione delle Danze Sinfoniche di Rachmaninov con un interprete d’eccezione: la Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov.  Top
Sempre sul versante musicale ritornano i classici concerti di Mezzogiorno, l’Ora Mistica – gli appuntamenti a mezzanotte con la musica sacra – nella Basilica di Santa Eufemia e il 7 luglio il concerto alla Rocca Albornoziana con la mezzosoprano Mandra McMaster e il pianista Jean Yves Thibaudet. E ancora, il 6 luglio al Caio Melisso alcune pagine rare del Novecento italiano e una prima assoluta: il "Concerto dalla demenza" di Vieri Tosatti.
Ferdinando re di Castiglia" rarità di Georg Friedrich Haendel, domina il cartellone di Spoleto Opera 2005: si tratta della prima versione del Sosarme, che Haendel scrisse nel 1732 e che fu costretto a modificare profondamente per motivi "politici". L’opera, in programma al teatro Caio Melisso dal 12 al 16 luglio, è diretta da Alan Curtis alla guida del suo "Complesso Barocco" per la regia di Jacob Peters Messer.
Evento clou della rassegna di prosa, la performance di Andrea Jonasson che interpreta liriche di Rainer Maria Rilke e la "Medea Melodram", opera settecentesca di Jiri Antonin Benda su testo di Friedrich Wilhelm Gotter.
Sempre per la prosa ritorna la serie dedicata ai grandi processi dove grandi giuristi si affrontano, replicando i casi che hanno fatto la storia: quest’anno alla sbarra ci sono Sigmund Freud, Yasser Arafat, Giulia Beccaria e Antigone.
# Alla chiesa dei Santi Stefano e Tommaso, l’arte di animare le marionette è affidata alla compagnia Carlo Colla & figli che ripropongono classici della letteratura rivisitati con leggerezza e ironia. Due gli spettacoli in cartellone: "Michele Strogoff", tratto dal romanzo di Jules Verne e "La lampada di Aladino" ispirata ad una delle fiabe più celebri delle "Mille e una notte".
Si annuncia come grande novità "Carne" di Juan Diego Puerta Lopez: uno spettacolo contro l’assurdità della guerra.
Tra le proposte più attese dal pubblico del Festival, la programmazione della Danza al Teatro Romano. 
La prima compagnia ad esibirsi è l’Interplay Dance Theatre Project, al suo debutto italiano, che riunisce danzatori ed artisti dell’Opera di Vienna. Seguono gli spettacoli dell’Elisa Monte Dance Company. grande protagonista newyorchese della danza contemporanea. Per la grande danza classica e moderna, Piazza del Duomo ospita il grande Gala di Danza: protagonisti Gregor Alexander Hatala, primo ballerino dell’Opera di Stato di Vienna e giovani talenti della scena internazionale tra cui spicca il nome di Jose Manuel Carreño giovane danzatore di origine cubana.
Spoleto Cinema rende omaggio al grande scenografo italiano Bruno Rubeo con una retrospettiva dei suoi film più importanti ed una mostra dei suoi bozzetti al Museo Civico. Come nelle precedenti edizioni la sezione cinema del Festival dei Due Mondi dedica particolare attenzione al talento dei giovani: le più prestigiose Scuole di Cinema internazionali hanno inviato i migliori cortometraggi prodotti dai propri allievi. Da segnalare infine, gli appuntamenti con la musica jazz e con la scienza, tra cui il ciclo di conferenze "Homo Novus: l’evoluzione della nuova specie" ed una tavola rotonda su "I dubbi dell’etica".

Sito Ufficiale


a cura di Amalia Vitiello


Top

Recensioni

Nessuna recensione

Rispondi

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Tutte le località

Abruzzo»

Basilicata»

Calabria»

Campania»

Emilia Romagna»

Prov. di BO»

Prov. di FC»

Prov. di FE»

Prov. di MO»

Prov. di PC»

Prov. di PR»

Prov. di RA»

Prov. di RN»

Friuli Venezia Giulia»

Lazio»

Liguria»

Lombardia»

Prov. di BG»

Prov. di BS»

Prov. di CO»

Prov. di CR»

Prov. di LC»

Prov. di LO»

Prov. di MI»

Prov. di MN»

Prov. di PV»

  1. Albuzzano»
  2. Arena Po»
  3. Badia Pavese»
  4. Barbianello»
  5. Battuda»
  6. Belgioioso»
  7. Bereguardo»
  8. Borgarello»
  9. Borgo Priolo»
  10. Borgoratto Mormorolo»
  11. Bosnasco»
  12. Brallo di Pregola»
  13. Bressana Bottarone»
  14. Broni»
  15. Calvignano»
  16. Canevino»
  17. Canneto Pavese»
  18. Carbonara al Ticino»
  19. Casei Gerola»
  20. Casteggio»
  21. Ceretto Lomellina»
  22. Certosa di Pavia»
  23. Cervesina»
  24. Chignolo Po»
  25. Cigognola»
  26. Corvino San Quirico»
  27. Cozzo»
  28. Dorno»
  29. Ferrera Erbognone»
  30. Fortunago»
  31. Gambolo'»
  32. Garlasco»
  33. Godiasco»
  34. Inverno e Monteleone»
  35. Linarolo»
  36. Menconico»
  37. Mezzana Bigli»
  38. Montalto Pavese»
  39. Montecalvo Versiggia»
  40. Montescano»
  41. Montu' Beccaria»
  42. Mornico Losana»
  43. Mortara»
  44. Pavia»
  45. Pietra de'Giorgi»
  46. Ponte Nizza»
  47. Portalbera»
  48. Rea»
  49. Rivanazzano»
  50. Robbio»
  51. Rocca Susella»
  52. Ruino»
  53. San Damiano al Colle»
  54. San Genesio ed Uniti»
  55. San Giorgio di Lomellina»
  56. San Martino Siccomario»
  57. Santa Cristina e Bissone»
  58. Santa Giulietta»
  59. Santa Maria della Versa»
  60. Sartirana Lomellina»
  61. Scaldasole»
  62. Sommo»
  63. Spessa»
  64. Stradella»
  65. Torre Beretti e Castellaro»
  66. Torre d'Isola»
  67. Travaco' Siccomario»
  68. Varzi»
  69. Vidigulfo»
  70. Vigevano»
  71. Voghera»
  72. Zeccone»
  73. Zerbolo'»
  74. Zinasco»

Prov. di SO»

Prov. di VA»

Marche»

Molise»

Piemonte»

Prov. di AL»

Prov. di AT»

Prov. di BI»

Prov. di CN»

Prov. di NO»

Prov. di TO»

Prov. di VB»

Prov. di VC»

Puglia»

Sardegna»

Sicilia»

Toscana»

Prov. di AR»

Prov. di FI»

Prov. di GR»

Prov. di LI»

Prov. di LU»

Prov. di MS»

Prov. di PI»

Prov. di PO»

Prov. di PT»

Prov. di SI»

Trentino Alto Adige»

Umbria»

Valle d'Aosta»

Veneto»

Prov. di BL»

Prov. di PD»

Prov. di RO»

Prov. di TV»

Prov. di VE»

Prov. di VI»

Prov. di VR»