Aulla, Licciana Nardi, Comano, Monte Giogo

A cura di Silvia Brunori
Scritto il 24 gennaio 2014 | Argomenti: Escursioni, Itinerari ambientali | 0 Recensioni

A nord di Aulla, si segue il corso del torrente Taverone al Masero di Terrarossa in località Costamala inizia la S.R 70 che si congiunge alla statale del Passo di Lagastrello, poco dopo la località “Ponterotto” si inizia a intravedere la sagoma del Castello di Monti, abbastanza ben conservato, dalle forme eleganti, con torri cilindriche sormontate da cuspidi alle estremità, ancora abitato da discendenti della famiglia Malaspina.
La provinciale in un susseguirsi di verdi colline nel congiungimento con la statale incontriamo prima, aCastello di Pontebosiol di là del ponte sul torrente Taverone, il seicentesco castello di Pontebosio, quindi riprocedendo nel percorso principale, Licciana Nardi, un tipico borgo a pianta quadrilatera organizzato su un unico asse viario che termina a Nord, dove possiamo ammirare il castello cinquecentesco dei Malaspina.
Anche qui una breve deviazione oltre il Taverone, permette di vedere su un colle che domina la valIe, un interessante castello quello di Bastia, costruzione piuttosto massiccia con strutture cilindriche agli angoli e con il mastio centrale che sporge molto alto.
Proseguendo ancora lungo la strada del Passo di Lagastrello, immerso in una distesa di ca­stagneti, si incontra il borgo cinquecentesco di Tavernelle, dove merita sostare per ammirare i molti edifici caratteristici del grazioso centro antico, ben ristrutturati, con architravi scolpiti in arenaria. Superato il borgo si devia a sinistra per Taponecco e Apella su una strada provinciale piuttosto stretta. Questa deviazione consente di ammirare i due borghi antichi con impianto del XIII secolo, abbastanza ben conservati.
Ritornati a Tavernelle si riprosegue la strada del Passo di Lagastrello che a questo punto inizia a salire più rapidamente e con molti tornanti, sempre in un ambiente molto verde di boschi, e praterie. Lungo la strada vicino al lago si trovano i resti dell’antica abbazia benedettina di Linari e giunti al Passo, siamo in un ideale punto di partenza per varie escursioni sui rilievi vicini e sui diversi laghetti del versante emiliano dell’Appennino. Una interessante variante per il ritorno e rappresentata dalla strada che dal passo del Lagastrello collega il Monte Giogo a Comano. Pur se di difficile accesso, la vetta del Monte Giogo è uno straordinario punto di osservazione che permette, se il cielo è terso, di spingere lo sguardo dal Golfo di La Spezia, alle coste della Corsica.
Scendendo, incontriamo Comano (m 530), un centro di villeggiatura, immerso nei castagneti, caratterizzato da un castello di cui resta soprattutto l’alta torre. Molto interessanti sono i piccoli borghi disseminati nei vicini rilievi dell’Appennino, come Torsana, Camporaghena, nei quali si possono ancora ammirare bei portali di arenaria, eleganti edicole, spesso decorate con figure grottesche., Da Comano scendendo verso Licciana Nardi è meritevole una sosta alla Pieve di Crespiano, costruzione di origine tardoromanica, che conserva manufatti medievali pregevoli.

Recensioni

Nessuna recensione

Rispondi

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

Tutte le località


Warning: include(/home/angelottir2013/public_html/italiadiscovery.it/inc/cache/accordion-localita.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/angelottir2013/public_html/italiadiscovery.it/wp-content/themes/italiadiscovery/templates/outer_sidebar.php on line 37

Warning: include(): Failed opening '/home/angelottir2013/public_html/italiadiscovery.it/inc/cache/accordion-localita.php' for inclusion (include_path='.:/opt/cpanel/ea-php56/root/usr/share/pear') in /home/angelottir2013/public_html/italiadiscovery.it/wp-content/themes/italiadiscovery/templates/outer_sidebar.php on line 37