Visita del centro storico

Patrimonio artistico e culturale di Bologna




#FOTO1# Bologna custodisce un patrimonio artistico e culturale di notevole pregio ed importanza.
La Piazza Maggiore è una tra le più belle d’Italia. Gli edifici che l’attorniano, di epoca medievale, costituiscono un insieme armonico che risalta particolarmente, a causa anche delle piazzette lateriali del Nettuno e di Re Enzo.
La piazza è denominata dalla Basilica di S.Petronio, costruita su disegno iniziale di Antonio di Vincenzo, modificato durante i lavori, onde evitare che l’opera terminata risultasse più grande della Basilica di S. Pietro a Roma. La facciata conserva i segni dell’incompiutezza: solo la metà inferiore è ricoperta di marmi e decorazioni. Il portale centrale è opera di Jacopo della Quercia. All’interno le cappelle sono ornate di pregevoli pale e di cancelli in ferro battuto.
#FOTO2# A destra di chi guarda S. Petronio sorgono il Palazzo dei Notai, costruito a cavallo tra il Trecento e il Quattrocento, e il Palazzo d’Accursio o del Comune.
Di fronte a S.Petronio è il dugentesco Palazzo del Podestà, fatto ricostruire, in stile rinascimentale, da Giovanni II Bentivoglio, con la Torre dell’Arengo (1212) che custodisce il “Campanazzo”. Dietro è situato il Palazzo di Re Enzo, che fu prigione del figlio di
Fede rico II. A sinistra della Basilica si trovano il Palazzo dei Banchi e l’Archiginnasio, fino al 1803 sede dell’Università. L’edificio è decorato da oltre 7000 stemmi di allievi e maestri dell’Ateneo. Sotto l’Archiginnasio vi sono i portici del Pavaglione.  Top
#FOTO3# Nella piazzetta del Nettuno sorge la Fontana omonima, opera cinquecentesca del Giambologna. La Chiesa di S.Stefano è la più antica della città. Si trova nella piazzetta che porta lo stesso nome e nella quale si ammira un complesso romanico costituito in origine da ben sette chiese e di cui ora ne rimangono solo quattro collegate da chiostri e da cortili. Una di queste è la Chiesa del Crocefisso ad unica navata. Ad essa adiacente è la Chiesa del Calvario, la cui primitiva costruzione a pianta poligonale risale al V secolo e che conserva la tomba di S.PetronioTop
#FOTO4# Con questa comunicante è la Chiesa dei SS. Vitale e Agricola. Attiguo è il Chiostro di S. Stefano circondato da un doppio loggiato. Altra chiesa del gruppo è la Chiesa della Trinità che s’affaccia sul cortile di Pilato. La Basilica di S.Francesco, in stile gotico, fu iniziata nel 1263. Nel recinto erboso, dietro l’abside, vengono custodite le tombe dei “glossatori” Accursio, Odofredo e Rolandino dei Romanzi. S. Maria dei Servi, iniziata nel 1386 su progetto di Antonio di Vincenzo, conserva dipinti dell’Albani e di Innocenzo da Imola ed una tavola di Madonna con Figlio del Cimabue. La Chiesa di S.Domenico accoglie le spoglie del Santo in un’arca alla quale lavorarono Nicola Pisano, Arnolfo di Cambio e Nicolò di Bari. Anche Michela ngiolo Buonarroti, ancor giovane, vi lavorò, completando l’opera con alcune statue. San Giacomo Maggiore, del 1267, inizialmente costruita in stile romanico-gotico, ha subito successivi rimaneggiamenti.  Top 
#FOTO5# La Cattedrale di S. Pietro, detta anche Metropolitana, è di epoca anteriore al Mille e fu più volte ricostruita in stili diversi. L’attuale risale ai primi del Seicento. Il campanile, a base tonda racchiusa in una più recente base quadrata, è la costruzione orignale millenaria. Tra gli edifici profani in via Maggiore è da ricordare Casa Isolani, del 1200, dotata di bellissimi portici. Sulla facciata fanno mostra eleganti bifore. Il Palazzo della Mercanzia del 1382, su disegno di Antonio di Vincenzo, è in stile gotico. Sono stati costruiti nel ‘400 e nel ‘500 il Palazzo Albergati, del Peruzzo e il Palazzo di Giustizia su disegno del Palladio. Le Torri pendenti degli Asinelli, del 1119, e la più inclinata, dei Garisendi, sono le uniche rimaste. La prima è alta 97 metri, mentre la seconda musura poco più di 48 metri di altezza con uno strapiombo di 3,22 metri.  Top


A cura di Amalia Vitiello

In evidenza

Array[titolo]

STRABOLOGNA 2014

[Sabato 10 e domenica 11 maggio prenderą vita la 35° edizione della Strabologna. Un week-end all'insegna del divertimento...]
Array[titolo]

La ragazza con l'orecchino di perla. Bologna

[La ragazza con l'orecchino di perla. Mostra del seicento olandese. Bologna....]