Ribollita

Ribollita

La ribollita è una tipica zuppa della cucina toscana di origine contadina a base di verdure come cavolo nero, verza, bietole, porro, fagioli cannellini e arricchita con fette di pane raffermo.  E’ un piatto che deriva dalla cucina povera dove “non si buttava niente”. Il nome Ribollita significa che quando  il minestrone avanzava veniva “ribollito” nei giorni successivi e questo rendeva la zuppa ancora più saporita e gustosa.
Un comfort food ideale nel periodo invernale per scaldarsi dopo una fredda giornata con gusto e sapore….

Ingredients

  • 250 gr di cavolo verza
  • 250 gr di cavolo nero
  • 100 gr di bietole
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 patata
  • 250 gr di fagioli cannellini già cotti
  • 150 gr di pomodori
  • 1 costa di sedano
  • 1 porro
  • brodo vegetale
  • 150 gr di pane casareccio
  • olio extravergine d’oliva
  • sale, pepe

Preparazione

  1. Prima di tutto mettete a scaldare il brodo vegetale e preparate il soffritto: tritate finemente la cipolla, carota e sedano. Eliminate la parte verde e la parte finale del porro e poi tagliatelo a fettine sottili.
  2. Lavate e mondate tutta la verdura, private dal torsolo centrale la verza e tagliate le coste centrali del cavolo nero e delle bietole in pezzi più piccoli in modo da cuocerle più facilmente insieme alle foglie. Tagliate le foglie in modo grossolano, la patata a dadini e il pomodoro a pezzi.
  3. In una pentola capiente scaldate olio extravergine d’oliva e soffriggete la carota, la cipolla, il sedano e il porro a fuoco basso mescolando di tanto in tanto.
  4. Versate quindi il resto delle verdure tagliate: il pomodoro, la patata, la verza, le coste e le foglie della bietola e del cavolo nero. Aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere le verdure aggiungendo di tanto in tanto il brodo vegetale. Proseguite la cottura a fiamma bassa per circa 1 ora e mezzo aggiungendo brodo quando necessario.
  5. Quando le verdure saranno cotte che dovranno sfaldarsi, frullate 2/3 dei fagioli al mixer. Aggiungete sia la crema ottenuta sia i fagioli interi alla ribollita. Fate cuocere ancora per 5 minuti in modo da amalgamare bene gli ingredienti.
  6. Tagliate il pane toscano raffermo a fette e tostatele.
  7. Distribuite la ribollita nei piatti dove avrete sistemato delle fette di pane raffermo abbrustolito e servitela ben calda con un filo d’olio e una macinata di pepe.

La ribollita è ancora più gustosa il giorno successivo dopo averla fatta cuocere 15-20 minuti.

Ribollita

Paola x sito    Ricetta e fotografie di Paola L. 

image_pdf
 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*